Area Riservata

CONFCOMMERCIO E COMUNE PER LA VERONA DEL FUTURO

Confcommercio Verona e Comune di VeronaPromozione diffusa e innovativa del territorio, maggiore flessibilità dell’imposta di soggiorno, task force contro l’abusivismo nel settore ricettivo, accesso più agevole al centro storico per turisti, cittadini e veicoli commerciali, riordino e regolamento ad hoc per i banchi di Piazza Erbe, massima attenzione ai plateatici: sono i punti qualificanti del progetto “Verona oggi per il futuro” frutto del dialogo degli ultimi mesi tra Comune di Verona e Confcommercio Verona, con il coinvolgimento delle Associazioni degli Albergatori e dei Ristoratori aderenti a Confcommercio.

 

Un progetto di ampio respiro i cui primi capisaldi sono stati illustrati mercoledì a Palazzo Barbieri in una conferenza stampa. Dall’imposta di soggiorno a una nuova regolamentazione dei banchi in piazza Erbe, dalle scenografie areniane da installare in luoghi strategici della città alla modifica dell'orario Ztl per i veicoli carico/scarico e alla lotta all’abusivismo nell’ambito dei B&B e settore ricettivo sono davvero tanti i punti. 

Le soluzioni condivise sono state illustrate dal sindaco Federico Sboarina e dagli assessori al commercio Francesca Toffali e alla Viabilità e traffico Luca Zanotto, dal presidente di Confcommercio Paolo Arena, dal direttore generale Nicola Dal Dosso e dai presidenti dell’associazione Albergatori di Confcommercio Giulio Cavara e dell'Associazione ristoratori di Confcommercio Leopoldo Ramponi.

 

“Abbiamo avuto un percorso per valorizzare le imprese del territorio – ha dichiarato Paolo Arena – e ci riteniamo soddisfatti di questo percorso intrapreso con l’Amministrazione comunale. Un ‘work in progress’ che ci permetterà di sperimentare opzioni nuove, con l’obiettivo comune di far crescere il mondo economico di una città che già oggi si posiziona al quarto posto a livello italiano come importanza turistica. Vogliamo incrementare la qualità del turismo, limitando quello ‘mordi e fuggi’, con un tavolo sempre aperto a nuove idee e spunti da realizzare insieme”.

“Insieme con Confcommercio abbiamo condiviso nuove idee strategiche per il miglioramento della città – ha sottolineato il sindaco Sboarina –. Un bel lavoro di confronto, che ci consentirà ora di portare avanti iniziative importanti per il miglioramento dell’accoglienza turistica e della promozione. Fra questi, primi in Italia, abbiamo predisposto una task force per combattere l’abusivismo ricettivo. Inoltre, sul fronte Ztl, per venire incontro alle necessità dei commercianti, è stata ampliata di mezz’ora l’orario per il carico e scarico delle merci. Rivisto anche il regolamentazione dell’imposta di soggiorno, con specifiche per incentivare, ad esempio, il turismo giovanile a Verona. Infine, predisposto il riordino di piazza delle Erbe, punto centrale della città con il suo mercato a cielo aperto divenuto un simbolo di Verona”.

Confcommercio Verona e Comune di Verona

“Innanzitutto ci siamo focalizzati sull’accessibilità della Ztl da parte dei potenziali clienti dei locali veronesi – ha precisato l’assessore Zanotto –. Per migliorare l’utilizzo dei 150 permessi serali giornalieri, faremo una App per smartphone che semplifichi il servizio e elimini il modulo cartaceo, utilizzato attualmente solo da 10/15 veicoli al giorno a causa della modalità di richiesta cartacea. Dal 23 marzo i veicoli carico/scarico potranno transitare dalle 6 alle 10.30, invece delle 10. Infine, per questione di sicurezza nel servizio di trasporto valori bollati, riconosciuta possibilità di accesso Ztl 24 ore su 24”.

“La promozione turistica è uno dei punti centrali di questo progetto – ha precisato l’assessore Toffali –. L’intenzione è quella di dare la percezione al turista, quando arriva a Verona, di entrare nella città dell’opera. Per farlo, saranno impiegate le scenografie areniane non utilizzate nella stagione lirica, strategicamente posizionate nei luoghi di accesso della città. L’obbiettivo è potenziare il più possibile la visibilità della città e la sua forza in ambito di offerta turistica. Con la modifica dell’imposta di soggiorno è stato aperto un dialogo con tutte le categorie. Delle risorse derivanti dall’imposta di soggiorno 2019, 300 mila saranno impiegate per la promozione turistica di quest’anno”.

Il progetto nel dettaglio:

IMPOSTA DI SOGGIORNO: tariffe agevolate per giovani dai 18-25 anni e anziani over 75 e per gruppi numerosi (oltre 15 persone in caso di prenotazione diretta dell’albergo); destinazione in bilancio 2019 di 300mila euro per la promozione turistica di Verona.

VERONA CITTA’ DELL’OPERA: con i fondi dell’imposta di soggiorno sarà finanziato il progetto di promozione turistica ‘Verona città dell’opera’, che prevede il posizionamento di scenografie areniane nei punti di accesso strategici della città e in centro storico, coinvolgendo i commercianti veronesi nell’allestimento di vetrine a tema con l’esposizione di costumi dell’opera.
Confcommercio Verona intende coinvolgere nell’iniziativa le amministrazioni degli altri Comuni della provincia, in particolare del Lago di Garda.
Allo studio promozione congiunta con Fondazione Arena e Amministrazione comunale.

ABUSIVISMO SETTORE RICETTIVO: avvio di task force, che coinvolge Comune, Confcommercio e associazione Albergatori, contro l’abusivismo nel settore ricettivo attraverso una struttura ad hoc gestita in primis da Confcommercio.

ZTL: ampliamento della fascia oraria per i veicoli carico/scarico dalle 6 alle 10.30 a partire dal 23 marzo. Deroga speciale per i tabaccai per quanto riguarda il trasporto di valori.

LOCALI E RISTORANTI: prevista la realizzazione di un’App a beneficio di clienti dei ristoranti, e in generale di tutti i veronesi, per prenotare il transito in Ztl nella fascia serale.
Nessun aumento per il 2019 delle tariffe dei plateatici per gli esercenti, neppure per quelli sugli stalli blu concessi in via temporanea da aprile a settembre. I plateatici di via Cappello, ad oggi presenti in alcune porzioni della strada, sono stati convertiti da sperimentali a ordinari stagionali.

PIAZZA ERBE: nuova regolamentazione per una migliore gestione dei banci; chiusura vendita posticipata alle 20; conclusione del progetto per il riordino delle coperture e dei plateatici dei pubblici esercizi.




Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Confcommercio Verona utilizza i cookies per migliorare l'usabilità del sito. Potete disabilitare i cookie, modificando le impostazioni del vostro browser.