Area Riservata

IN ARRIVO FONDI DELLA REGIONE VENETO: CI PENSA CONFIDI

Di prossima uscita una nuova opportunità offerta dalla Regione Veneto volta a promuovere e sostenere le strutture che scelgono di effettuare investimenti mirati a favorire l’innovazione e la differenziazione dell’offerta e a consentire nel complesso la rigenerazione e il riposizionamento dell’impresa.

 

 

Lo comunica Confidi Veneto, cooperativa del sistema Confcommercio Verona, che sottolinea come "mai come in questo momento sia necessario cogliere simili opportunità, che ragionevolmente non si ripeteranno nel breve periodo".

 

Proprio per tali motivazioni è di vitale importanza affidarsi a organismi istituzionali di indiscussa serietà e professionalità: il mercato, oggi come non mai, è ricco di figure che si propongono come partner all’impresa nel variegato mondo della finanza agevolata, ma quando si tratta di affari è importante rivolgersi a realtà strutturate e di consolidata esperienza.


L’organismo del sistema Confcommercio Verona che si occupa di finanza agevolata non solo garantisce esperienza e professionalità trentennale ma rappresenta, di fatto, l’unica vera interfaccia con le associazioni di categoria e ancor più con le Istituzioni, storico canale che negli anni ha veicolato la quasi totalità dei contributi offerti da Camera di Commercio e Regione, al punto da essere invitato, ad esempio, a dare il proprio contributo anche nella fase di studio e stesura di bandi regionali ed europei.


In virtù dei rapporti e del riconoscimento delle Istituzioni del settore, oltre che dei risultati conseguiti dalla struttura, quest’anno Confcommercio ha deciso di implementare l’organico in forza nella finanza agevolata che, come mai prima d’ora, è in grado di garantire professionalità e serietà, sempre votate ad offrire alle proprie imprese il miglior servizio di consulenza ed assistenza possibile.


Confcommercio Verona offre altresì un importante servizio di consulenza in ambito finanziario attraverso Confidi Veneto, struttura che da oltre quarant’anni accompagna e sostiene le imprese nel variegato mondo del credito. Il Confidi grazie allo stretto rapporto instaurato con le direzioni dei principali Istituti di credito del territorio garantisce alle imprese condizioni esclusive sul mercato, oltre all’affiancamento nella scelta delle soluzioni finanziarie più adatte alle proprie esigenze. Inoltre la coesione con il comparto finanza agevolata di Confcommercio ha condotto il consorzio a realizzare prodotti specifici dedicati, su misura dell’impresa, secondo gli stringenti requisiti di volta in volta richiesti dai regolamenti dei bandi, supportando il finanziamento, laddove necessario, con una garanzia fideiussoria. La professionalità della struttura è stata inoltre riconosciuta anche dal Fondo Centrale di Garanzia per le PMI, che annovera il Confidi tra gli enti autorizzati a certificare il merito di credito delle imprese dal 26 settembre 2012, riconoscimento che richiede come presupposto fondamentale un’indiscutibile solidità patrimoniale.


La struttura è a completa disposizione per una prima consulenza gratuita e garantisce la successiva redazione del progetto per la domanda di contributo a condizioni assolutamente concorrenziali e personalizzate.
Per ogni informazione contattate Alberto Maddinelli: 045/956764, 366/6159990, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Fondi per le strutture ricettive di montagna

Contributi regionali a fondo perduto fino a un massimo del 40% per migliorare la qualità dell’offerta attraverso opere edili o murarie e di impiantistica, strumenti tecnologici (compresi hardware e software), progettazione, collaudo e direzione lavori, attrezzature, macchinari e arredi, spese connesse all’ottenimento delle certificazioni di qualità, sicurezza, ambientali o energetica. Questa la ghiotta opportunità rivolta alle piccole e medie imprese che gestiscono o sono proprietarie di strutture ricettive nel comparto alberghiero (alberghi, hotel, residenze turistico-alberghiere), all’aperto (villaggi turistici, campeggi) e complementari (alloggi turistici, case per vacanze, B&B, rifugi alpini) nei Centri montani.

 

Per la provincia di Verona, i comuni interessati dal bando Por Fesr/Regione Veneto sono Brentino Belluno, Brenzone sul Garda, Ferrara di Monte Baldo, Malcesine, San Zeno di Montagna, Vestenanova, ma potrebbero aggiungersene altri. Il contributo interessa interventi da realizzarsi entro il 31 gennaio 2021 con una spesa minima di 100mila euro e massima di due milioni di euro.

 

Per gestire le domande, da presentare entro il 30 novembre prossimo, Confidi Veneto, riferimento del sistema Confcommercio che, grazie alla sua esperienza e al legame con la stessa Confcommercio, vanta all’attivo 14 delle 17 domande finanziate per bandi ricettivi montani pari a 2,4 milioni di euro a fondo perduto già erogati, offre un apposito servizio.




Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Confcommercio Verona utilizza i cookies per migliorare l'usabilità del sito. Potete disabilitare i cookie, modificando le impostazioni del vostro browser.