Area Riservata

DETASSAZIONE DEI PREMI DI PRODUTTIVITA’

CommessaA seguito di quanto previsto dal rinnovo del Contratto Provinciale di Lavoro per i dipendenti da aziende del Terziario della Distribuzione e dei Servizi della provincia di Verona del 1 febbraio 2018 Confcommercio Verona, Filcams CGIL Fisascat CISL e UilTuCS UIL hanno raggiunto un accordo quadro territoriale sulla detassazione dei premi di produttività, della partecipazione agli utili e per i servizi di welfare.


L’accordo, che si riferisce all'applicazione della tassazione agevolata delle somme erogate ai sensi della Legge di Stabilità 2017, che consente di detassare le somme di ammontare variabile la cui corresponsione sia legata ad incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione, misurabili e verificabili, nonché le somme erogate sotto forma di partecipazione agli utili, individua gli indicatori di misurazione richiesti dalla legge per l’applicazione della c.d. detassazione dei premi di produttività (imposta sostutiva dell’IRPEF ed addizionali regionali e comunali nella misura del 10%).

Campo di applicazione
L’ accordo quadro territoriale è applicabile esclusivamente ai datori di lavoro che erogano premi di risultato, ovvero erogano somme per partecipazione agli utili, oggetto di c.d. "detassazione" secondo quanto previsto dalla Legge.


I datori di lavoro devono essere associati/aderenti al sistema di rappresentanza di Confcommercio Verona, applicare e rispettare integralmente il CCNL per i dipendenti da aziende del Terziario della Distribuzione e dei Servizi sottoscritto da Confcommercio e Filcams - CGIL, Fisascat - CISL e Uiltucs- UIL il 30 marzo 2015 sia per la parte c.d. economica/normativa sia per la parte c.d. obbligatoria, applicare e rispettare integralmente gli Accordi Integrativi Provinciali vigenti per la provincia di Verona.


Per le aziende con più di 30 dipendenti dove siano costituite RSA/RSU, viene previsto un confronto a livello aziendale presso la sede di Confcommercio Verona con l'assistenza delle Organizzazioni firmatarie dell’ accordo, al fine di individuare congiuntamente i criteri utili alla definizione del premio di risultato o dei piani di welfare alternativi, in coerenza con le previsioni del CCNL per i dipendenti da aziende del Terziario della Distribuzione e dei Servizi.


Adesione all'accordo quadro territoriale
I datori di lavoro che intendono aderire all'accordo quadro territoriale dovranno effettuare, prima dell'attribuzione delle somme detassabili, una apposita dichiarazione utilizzando un modello pubblicato sul sito internet dell’Ente Bilaterale del Commercio e dei Servizi della provincia di Verona (http://www. http://commercio.entebilaterale.vr.it/index.cfm/it/aziende/) , da compilare e trasmettere esclusivamente tramite PEC all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..


La predetta dichiarazione sarà trasmessa dai datori di lavoro, anche tramite mail, ai lavoratori interessati.

 

Indicatori e indici di misurazione degli incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione
L’accordo prevede che possono essere utilizzati dai datori di lavoro uno o più degli indicatori individuati dal Decreto lnterministeriale del 25 marzo 2016, di seguito riportati:


INDICATORI

  1. Volume della produzione/n. dipendenti
  2. Fatturato o VA di bilancio/n. dipendenti
  3. MOL/VA di bilancio
  4. Indici di soddisfazione del cliente
  5. Diminuzione numero riparazioni, rilavorazioni
  6. Riduzione degli scarti di lavorazione
  7. Percentuale di rispetto dei tempi di consegna
  8. Rispetto previsioni di avanzamento lavori
  9. Modifiche organizzazione dellavoro
  10. Lavoro agile (smart working)
  11. Modifiche ai regimi di orario
  12. Rapporto costi effettivi/costi previsti
  13. Riduzione assenteismo
  14. Numero brevetti depositati
  15. Riduzione tempi sviluppo nuovi prodotti
  16. Riduzione dei consumi energetici
  17. Riduzione numero infortuni
  18. Riduzione tempi di attraversamento interni lavorazione
  19. Riduzione tempi di commessa
  20. Differenze inventariali

L'utilizzo dei suddetti indicatori deve determinare un effettivo, verificabile e dimostrabile incremento di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione,riferito ad uno o più degli stessi indicatori sopra elencati.


Al termine del periodo congruo preso a riferimento i datori di lavoro daranno comunicazione scritta ai lavoratori dei risultati raggiunti.


Analoga comunicazione dovrà essere inviata esclusivamente tramite PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) all’Ente Bilaterale del Commercio e dei Servizi della provincia di Verona.


Secondo quanto richiesto dalla legge il raggiungimento degli indici di incremento deve essere verificabile attraverso idonea documentazione di confronto quale ad esempio: bilanci depositati, report interni, dati rilevabili dal libro Unico del lavoro- LUL, denunce infortunio ecc.


Partecipazioni agli utili
Possono essere oggetto di detassazione anche gli utili di impresa erogati ai sensi dell'art. 2102 cod. civ.


Coinvolgimento paritetico dei lavoratori nell'organizzazione del lavoro
La legge prevede una riduzione contributiva a favore delle aziende che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro, a tale riguardo l’accordo ha definito i casi nei quali è riscontrabile tale situazione.


Opzione welfare
l datori di lavoro, con la comunicazione di adesione all’ accordo quadro territoriale, indicheranno la previsione della possibilità per il lavoratore di scegliere se fruire in tutto o in parte di servizi di welfare in sostituzione dell’erogazione dei premi oggetto dell’accordo, indicando i servizi di welfare fruibili.


Monitoraggio
L’Ente Bilaterale del Commercio e dei Servizi della provincia di Verona effettuerà quadrimestralmente un monitoraggio sulle comunicazioni ricevute e le parti, con la medesima cadenza, si incontreranno al fine di monitorare e valutare congiuntamente l'andamento e gli effetti dell'attuazione dell’ accordo quadro territoriale.


Deposito
Confcommercio Verona il 13 febbraio 2018 ha depositato presso l’Ispettorato Nazionale del Lavoro l’Accordo Quadro Territoriale con le modalità telematiche previste dall’articolo 5 del Decreto Interministeriale del 25 marzo 2016.
I datori di lavoro, prima dell’erogazione delle somme detassabili, dovranno registrarsi, compilare e trasmettere telematicamente il Modulo di deposito allegato alla nota del Ministero del Lavoro, del 22 luglio 2016, n.4274, contenente la dichiarazione di conformità.
Tale operazione andrà effettuata sul sito internet: https://www.cliclavoro.gov.it/Aziende/Adempimenti/Pagine/Detassazione-Deposito-contratti.aspx.
ll codice modulo da inserire è: 20180213124444576.


Validità
L’Accordo quadro Territoriale, che ha natura sperimentale, scadrà il 31 dicembre 2019.
Esso si intenderà rinnovato di anno in anno se non disdettato almeno tre mesi prima della fine dell’anno.

 

In allegato pubblichiamo il testo dell’accordo.

 

 detassazione 2018.pdf




Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Confcommercio Verona utilizza i cookies per migliorare l'usabilità del sito. Potete disabilitare i cookie, modificando le impostazioni del vostro browser.