Area Riservata

TURISMO IN VENETO, I DATI DEL 2017: TERRITORIO VERONESE OK

Presentato in Regione il rapporto ufficiale del movimento turistico nel Veneto nell’anno 2017, con le elaborazioni e le analisi curate dall’Unità Organizzativa Sistema Statistico in collaborazione con la Direzione Turismo della Regione Veneto. Verona e provincia si confermano ad alti livelli.

 

La presentazione dell’Assessore Caner, il cui supporto slide è scaricabile seguendo questo link, evidenzia come dopo i traguardi da record registrati nel 2016, l’anno 2017 li superi e consegni un bilancio regionale di 19 milioni 172  mila arrivi (+7,4%) e una quota presenze che, per la prima  volta, supera i 69 milioni (+5,8%) facendo del Veneto ancora una volta la prima Regione turistica d’Italia davanti al Trentino Alto Adige e alla Toscana.

 

In particolare, la crescita dell’incoming veneto ha seguito un trend costante nell’ultimo decennio (2007-2017), rivelando un tasso di crescita complessivo degli arrivi stranieri e italiani rispettivamente pari a 43,3% e a 22,8%, nonché un tasso di crescita delle presenze straniere pari a 30,4%, con una flessione delle presenze italiani pari a 11,9%.

 

 

Lo scorso anno il  Veneto ha visto il segno positivo in tutte le sette Province e  in tutti i comprensori (spiagge, città d’arte, lago, terme) ad eccezione della montagna, che pur registrando un +3,6% negli  arrivi, ha patito la carenza di neve dell’inverno 2016/2017 con  un -3,2% nelle presenze. In cima alla classifica si attestano, sia per arrivi che per presenze, le città d’arte (+9,3%, +9,7%) ma mentre nel ranking per arrivi sono seguite dal comparto termale (+6,9%), nel ranking per presenze si colloca in seconda posizione il comparto balneare (+5,5%). Il lago registra in media una crescita percentuale dei flussi e dei pernottamenti pari a 3,6% e 3,9%.

 

Quanto al movimento turistico strettamente alberghiero, dai dati regionali emerge che gli arrivi e presenze dell’hotellerie hanno registrato rispetto al 2016 un incremento complessivo del 4,6% e del 2,7% con una significativa spinta da parte soprattutto delle categorie 5 stelle (arrivi +4,0%, presenze +5,0%) e 4 stelle (arrivi +6,6%, presenze +3,1%).

 

Per il comparto extra-alberghiero (campeggi, agriturismo, altri esercizi), così come definito all’interno della presentazione, si è rilevato un consistente tasso di crescita pari a 13,3% per gli arrivi e a 8,8% per le presenze.

 

Il turismo in Veneto si conferma a trazione “germanica”: solamente gli ospiti tedeschi e austriaci valgono oltre 20 milioni di  presenze l'anno. Quanto alla spesa turistica, la presentazione mette in luce la quota trainante straniera che nel 2017 è stata pari a 5,8 miliardi di euro (+5,7%).




Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Confcommercio Verona utilizza i cookies per migliorare l'usabilità del sito. Potete disabilitare i cookie, modificando le impostazioni del vostro browser.