Area Riservata

CAVARA E THURNER: TROPPO RICETTIVO "IN OMBRA"

Il 60% dei turisti che alloggia a Verona non si sa chi sia e la colpa è dei quasi duemila appartamenti e dei 400 B&B irregolari o comunque non correttamente censiti: a lanciare l’allarme, in un servizio andato in onda sull'emittente Telenuovo nei giorni scorsi è l’Associazione Albergatori di Verona e provincia aderente a Confcommercio.

 

 

L'intervista è stata realizzata dopo l’arresto a Garda di un latitate ricercato da 25 anni reso possibile grazie alla sua registrazione online, I vertici dell'Associazione hanno nell'occasione ribadito i rischi legati alla sicurezza a causa del proliferare della "shadow economy", l'economia ombra.

 

"Il monitoraggio garantito dai nostri alberghi consente di controllare costantemente tutte le persone che vengono a soggiornare", ha detto Nicola Thurner vicepresidente albergatori. Ma il fenomeno del ricettivo "abusivo" è in costante aumento: “C’è un grosso problema di sicurezza ma anche di evasione, lo dicono i dato dell’ufficio tributi del Comune di Verona”, aggiunge nell’intervista il presidente provinciale dell’Associazione Giulio Cavara.

Per vedere il servizio con le interviste clccare qui.




Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Confcommercio Verona utilizza i cookies per migliorare l'usabilità del sito. Potete disabilitare i cookie, modificando le impostazioni del vostro browser.